Legumi e Biodiversità- FAO – Schede informative

Legumi – Schede informative – FAO

La FAO ha sviluppato una serie di schede informative su i messaggi fondamentali dell’Anno Internazionale dei Legumi. Questi documenti forniscono uno sguardo approfondito su come i legumi possono aiutarci a migliorare la salute, la nutrizione, la biodiversità, la sicurezza alimentare e l’adattamento ai cambiamenti climatici.

I cambiamenti climatici hanno un forte effetto sulla produzione mondiale di cibo e sulla sicurezza alimentare. Il cambiamento dei modelli climatici può causare un aumento delle catastrofi naturali quali la siccità, le inondazioni, gli uragani che possono avere effetti su tutti i livelli della produzione alimentare. A meno che non si predispongano misure urgenti e sostenibili, il cambiamento climatico continuerà affliggere l’ecosistema agricolo, in particolare nelle regioni e per le popolazioni più vulnerabili.

Varietà intelligenti in termini di clima
I legumi hanno una diversità genetica ampia da cui possono essere selezionate e coltivate varietà migliorate. Tale diversità è una caratteristica particolarmente importante perché possono essere sviluppate varietà più resistenti al clima da usare in aree più soggette a siccità, inondazioni o altri eventi atmosferici estremi.

Riduzione indiretta dell’emissione dei gas serra
Si stima che in tutto il mondo circa 190 milioni di ettari di legumi forniscono al suolo da cinque a sei milioni di azoto. Dato che i legumi possono fissare il proprio azoto nel suolo, hanno bisogno di minori quantità di fertilizzanti, sia organici che sintetici, e in tal modo sono importanti per ridurre le emissioni di gas serra. Inoltre, se introdotti nell’alimentazione del bestiame, l’alto contenuto di proteine dei legumi contribuisce a aumentare il tasso di conversione del cibo diminuendo l’emissione di metano da parte dei ruminanti, riducendo nel contempo l’emissione di gas serra.

Legumi e coltura agroforestale
I sistemi di coltura agroforestale che comprendono la coltura di legumi quali i piselli arborei assieme ad altre coltivazioni, consentono di sostenere la sicurezza alimentare degli agricoltori, aiutandoli a diversificare le loro fonti di reddito. I sistemi di coltura agroforestale sono maggiormente in grado di sopportare gli estremi climatici, in quanto i legumi sono più forti della maggior parte delle coltivazioni e consentono di nutrire il suolo. Usando questo sistema gli agricoltori vedono crescere la produttività del raccolto e di conseguenza la resa.

Fonte: FAO

Pulses e biodiversità