Dal 2019, il10 febbraio è stato proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite la Giornata mondiale dei legumi. È un evento mondiale progettato per riconoscere l’importanza dei legumi (ceci, fagioli, lenticchie, piselli secchi)come cibo mondiale e per celebrare il ruolo decisivo che svolgono nel raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile; un piano d’azione che mira a rafforzare la pace, la sicurezza e lo sviluppo universali.

Quest’anno per unirsi alle celebrazioni della Giornata mondiale dei legumi, LegumeChef ha organizzato un’apericena al Ristorante Iradier nel Club Metropolitan Iradier, dove la chef Laura Veraguas ha preparato un menu speciale, con protagonista i legumi; i suoi piatti continueranno nell’offerta del ristorante dei loro piatti quotidiani, in modo che tutti possano gustarli durante il resto della settimana. Il nostro evento sarà registrato insieme al resto delle iniziative internazionali, in modo da unirci a livello globale per celebrare questo superfood. Viva i legumi!

Durante l’apericena, la chef Laura Veráguas, insieme a Nacho Marin, chef di LegumeChef e Nuria Fernández, nutrizionista del Metropolitan Iradier Club, hanno presentato i piatti e fornito informazioni sui valori nutrizionali insieme ad alcuni consigli su come cucinare i legumi. Tutte le informazioni su ciascuno dei piatti erano disponibili per la consultazione durante la cena.

Tra gli oltre 50 ospiti vi erano chef come Ada Parallada, Xavier Pellicer, stella Michelin e chef di stampo plant-based, Toni Rodriguez, proprietario della prima scuola di pasticceria vegana, nutrizionisti e stampa come Anjalina Chugani e Nuria Coll, perfino influencer gastronomici come Carla Zaplana.

Gli obiettivi principali di LegumeChef sono semplici: insegnare al mondo perché i legumi sono sani, sostenibili e gustosi. Nel farlo, si propone di insegnare le tecniche di cottura per preparare correttamente i piatti a base di legumi, così come le combinazioni di alimenti per massimizzare il loro potenziale e minimizzare i loro “svantaggi”. O ancora far conoscere i legumi come ingrediente cruciale anche di ristoranti moderni e di successo, nonché di caterings e di mense.